Via Milazzo 42, 00185 Roma, Italy   
Tel. 06 44703956 Fax 06 44703947   
Partita I.V.A. e C.F. 15358331005   
Email: info@cs-servizi.eu   
Pec: cs.servizi@pecaruba.it   
La CS Servizi S.r.l.s., attraverso uno staff qualificato,
supporta l'azienda e le figure coinvolte alla definizione di Qualità
del prodotto/servizio (efficacia) e all'ottimizzazione dei processi, dei costi e dei tempi (efficienza)
e di aumento della capacità di adeguarsi rapidamente al cambiamento (elasticità e resilienza).

Offre inoltre la propria esperienza per la corretta definizione dell'oggetto di certificazione
ed è disponibile a curare i rapporti con l'Ente di Certificazione scelto.


UNI EN ISO 9001
CERTIFICAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ
Applicare la ISO 9001 in azienda significa creare all'interno dell'azienda un sistema organizzativo i cui requisiti rispettino quanto richiesto dalla norma. I requisiti della norma si applicano a tutti i processi aziendali, dal commerciale alla gestione degli acquisti, alla produzione, etc. I processi devono essere documentati attraverso della apposita documentazione (manuale qualità, procedure, istruzioni) e tutti i risultati del "fare qualità" in azienda saranno registrati su apposita modulistica (documenti di registrazione della qualità).

UNI EN ISO 45001
SISTEMI DI GESTIONE PER LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO
La ISO 45001 specifica i requisiti per un sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro (SSL) e fornisce una guida per il suo utilizzo, al fine di consentire alle organizzazioni di predisporre luoghi di lavoro sicuri e salubri, prevenendo lesioni e malattie correlate al lavoro, nonché migliorando proattivamente le proprie prestazioni relative alla SSL. La norma è applicabile a qualsiasi organizzazione, indipendentemente dalle dimensioni, tipo e attività, che desideri creare, attuare e mantenere un sistema di gestione per migliorare la salute e la sicurezza sul lavoro, eliminare i pericoli e minimizzare i rischi per la SSL (incluse le carenze del sistema), cogliere le opportunità per la SSL e prendere in carico le non conformità del sistema di gestione associate alle proprie attività.

Migrazione da OHSAS 18001 a UNI ISO 45001 con Consulenza Integrata
Le organizzazioni certificate OHSAS possono migrare al nuovo standard entro i tre anni dall'entrata in vigore della ISO 45001 (12 marzo 2018 - 12 marzo 2021). Al termine, i certificati rilasciati in accordo alla norma BS OHSAS 18001 non saranno più validi. La migrazione può avvenire in concomitanza di un audit di sorveglianza o di ricertificazione, oppure tra due audit programmati. L'audit di migrazione si articola in due fasi: esame documentale off-site, durante il quale saranno analizzati i principali elementi di cambiamento, e audit on-site.

UNI EN ISO 14001
SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE
La ISO 14001 definisce le modalità per predisporre un sistema di gestione ambientale efficace. La norma è stata progettata per affrontare il delicato equilibrio tra il mantenimento del profitto e la riduzione dell’impatto ambientale. Con l’impegno dell’intera organizzazione è possibile raggiungere entrambi gli obiettivi. La certificazione di conformità alla UNI EN ISO 14001 è il riconoscimento che le aziende possono richiedere per dimostrare le proprie prestazioni ambientali; non è obbligatoria, ma è frutto della scelta volontaria dell’azienda/organizzazione che decide di stabilire/attuare/mantenere attivo/migliorare un proprio sistema di gestione ambientale. È inoltre importante notare come la suddetta certificazione non attesti una particolare prestazione ambientale,né tanto meno dimostri un impatto particolarmente basso,ma piuttosto stia a dimostrare che l’organizzazione certificata ha un sistema di gestione adeguato a tenere sotto controllo gli impatti ambientali delle proprie attività,e ne ricerchi sistematicamente il miglioramento in modo coerente, efficace e soprattutto sostenibile. Utile sottolineare ancora che la ISO 14001 non è una certificazione di prodotto,ma una certificazione di sistema.

UNI EN ISO 37001
SISTEMI DI GESTIONE ANTICORRUZIONE
Uno dei fattori chiave della reputazione delle organizzazioni e delle società è la capacità di operare con lealtà, correttezza, trasparenza, onestà e integrità e nel rispetto delle leggi, regolamenti, standard internazionali e linee guida, sia nazionali sia straniere, che si applicano al proprio business. Al fine di raggiungere tali elevati standard etici, le organizzazioni necessitano di un sistema di controllo, simile al sistema immunitario, in grado di intervenire automaticamente ogni qualvolta un “virus” aggredisce il corpo e che abbia la capacità di modificarsi e adattarsi ai nuovi attacchi. È importante comunque evidenziare quanto Iso 37001 rappresenti con certezza una best practice, ma non superi in nessun modo le leggi vigenti. Va anche detto, inoltre, che, mentre un modello organizzativo ex Dlgs 231 si concentra sui fenomeni di corruzione a vantaggio dell’ente, un sistema di gestione conforme alla norma Iso 37001 dovrà efficacemente prevenire anche i fenomeni di corruzione passiva a vantaggio della persona fisica.

MODELLO ORGANIZZATIVO 231
Il Decreto Legislativo 231/01 ha introdotto in Italia una responsabilità degli enti collettivi (società) riconducibili alla commissione di alcune tipologie di reato (es. reati informatici, reati societari, in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, ecc.), ancorché meramente tentati. Il presupposto fondamentale affinché un ente (società pubblica o privata) possa richiedere in sede giudiziale di non rispondere è innanzitutto l’adozione ed efficace attuazione di un modello di organizzazione e gestione idoneo a prevenire i reati su cui deve vigilare adeguatamente un organismo dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo (c.d. Organismo di Vigilanza).